RECENSIONE: My Santa Claus. La maledizione del Natale! di Serena Incorvaia

Cari sognatori, eccovi nel giorno della sua uscita l’esilarante e passionale commedia natalizia di Serena Incorvaia!!!

coverkindle_02 (1)

GENERE: romance, new adult, natalizio
DATA DI USCITA: 9 dicembre 2021 

Ebook / Cartaceo

«Ho messo da parte l’orgoglio ancora una volta e sono qui davanti a te, non è sufficiente?»
« Adesso non più.»
Daisy è una giovane infermiera superstiziosa, lunatica, sbadata, diffidente e per certi versi insicura che non crede più negli uomini e nella magia del Natale.
Reduce dall’ennesima storia d’amore finita, alle porte della Vigilia, crede di essere stata colpita ancora una volta dalla maledizione del Natale.
Ma non sa che presto inciamperà in un incontro inaspettato proprio nel posto che lei considera “casa”: l’ospedale dove lavora.
David Carter è il Santa Claus che tutte desidererebbero.
Intelligente, altruista, solare e pericolosamente sexy.
Come un uragano l’affascinante e intraprendente David le darà filo da torcere a tal punto da scombussolare il suo baricentro, mettendola ancora una volta spalle al muro, contro un nemico molto più grande di lei: l’attrazione fatele che lì lega.
Ma le coincidenze succedono quando meno lo aspetti… specie se il destino decide di intromettersi tra quella che inizialmente potrà sembrare la solita storiella occasione.
Daisy si troverà tra l’incudine e il martello: decidere se dare una seconda possibilità all’ex ragazzo o lasciarsi travolgere quello che le suggerisce il suo cuore.
Una commedia romantica che vi farà divertire e vi terrà compagnia nelle feste natalizie.

Daisy Flores è una ventiquattrenne che alla soglia del Natale è stata lasciata dal suo convivente dopo solo due mesi di vita insieme. Ma lei sa qual è la causa.
Lei conosce il motivo di questa scelta, apparentemente, senza preavviso di Nicolas.

” Come tutti gli anni la maledizione del  Natale esiste ed  incombeva su di me e  sulla mia triste vita. Sì, è così che mi  definivo: triste e incompresa. Ero cambiata. La ragazzina felice e spensierata aveva  lasciato spazio a una piccola donna, insicura, lunatica  e a volte diffidente. Non c’erano né vincitori  e né  vinti  o colpe da  trovare e  nemmeno soluzioni da escogitare per riprendermi ciò che avevo perduto… non era amore.
Questo sarebbe  stato il quinto Natale da  single, passato con la mia famiglia, col  calore dei miei genitori, i maglioni natalizi che mia madre comprava a noi figli e che pretendeva indossassimo per la vigilia di  Natale. “

E pure quest’anno Santa Claus aveva deciso di fargli questo particolare regalo. E come tutti gli ultimi anni, lei si sentiva triste, sola ed abbandonata.
Per fortuna che almeno sul piano lavorativo era riuscita ad emergere e a far valere il suo talento. Era un’infermiera al New York Presbyterian Hospital, molto professionale nel suo campo.

” «Guarda tu stessa, davanti  a te. Lo vedi  laggiù in fondo? Ecco… lui  è David Carter. Tutti  gli  anni  a Natale viene  a far  visita ai  bambini  del  reparto di  oncologia pediatrica, portando dei  regali  per  loro.» «Oh…» Ci  fu un lungo silenzio… a quel  punto avrei  dovuto sentirmi  sorpresa,  meravigliata che  al  mondo ci  fosse ancora qualcuno di  cuore che si  preoccupasse di donare un sorriso a quei  bambini  che  combattevano una  battaglia più grande di loro. Dovevo forse sentirmi eccitata anche io alla sua presenza, visto che si trattava di un ragazzo giovane  per giunta coetaneo? Forse mi sentivo apatica e diffidente soltanto perché la giornata non era partita nel migliore dei modi ma a quanto pare ero l’unica a non subire il  fascino misterioso di quel ragazzo. Perché  sia Brianna che le altre infermiere sembrarono cambiare improvvisamente espressione e umore dopo il suo arrivo. “

Ed è così che in contemporanea con l’abbandono di Nicolas, nella vita di Daisy irrompe David Cartes, il sexy Santa Claus dell’Ospedale, che ogni anno porta giocattoli ed una parvenza di serenità ai bambini meno fortunati in oncologia.

” Non che fossi interessata a quel tipo,  figuriamoci… ero appena stata scaricata e avevo deciso di chiudere con gli  uomini  per adesso, ma continuavo a guardarlo e  lui continuava a guardarmi, come se ci fosse una carica magnetica tra di noi che  riusciva a farmi mancare il respiro per qualche secondo. “

E contrariamente a quello che era nelle intenzioni di Daisy, ovvero di non lasciarsi coinvolgere dagli uomini nell’immediato futuro, David riesce a scalfire un piccolo angolo dell’iceberg con il quale lei ha avvolto il suo cuore e seppur per un motivo non strettamente romantico è riuscito ad entrare in contatto con lei.

” Avevo la perenne sensazione che David non volesse solo un rapporto occasionale. Forse in un altro momento della mia vita questa conoscenza mi sarebbe sembrata come una  svolta decisiva per la mia vita;  ma non in quel momento. Non riuscivo, non volevo fidarmi nonostante nel sesso mi risultasse molto facile lasciarmi  andare. “

E quando intraprendono una storia, dove l’unico argomento trattato è il sesso e che sembra dare grande soddisfazione ad entrambi, che Daisy chiede a David di accompagnarla al pranzo di famiglia perché ha paura ad affrontarla da sola… I rapporti con i fratelli maggiori non sono idilliaci e lei non vuole assorbire ulteriore stress.

Ma non tutto va per il verso giusto, se non fosse poi che David ha messo dei paletti nel loro rapporto e questo sarà motivo di un’ulteriore discussione con la sorella e che renderà anche il pranzo di Natale un vero disastro…

” In una busta c’era la sciarpa rossa di lana che aveva tesso lei stessa in questi giorni di permanenza ospedaliera. «Non doveva glie l’ho detto. E’ bellissima, davvero…» Tolsi dalla busta quella sciarpa rosso sfavillante e incuriosita dalla scritta che intravedevo la scrollai per leggerne meglio il contenuto. «Hope and faith.» Alzai lo sguardo con aria sorpresa. «Che significa?», «Ho pensato di abbellirla con un piccolo auspicio di buona fortuna.» Sorrisi.
«Speranza e Fede.» Schioccò le dita come se fosse ovvio, ma non lo era per me. «La  speranza è quella che hai smarrito da tempo. Forse, sei stata vittima di uno scherzo beffardo del destino, spesso ti ho sentito lamentare di quanto la tua vita sia insoddisfacente e priva di contenuti. La speranza è quella che hai perso. E’ quella cosa che ti auguro di trovare da questo Natale sotto l’albero.»
Ridacchiò come se stesse parlando con una bambina. «Fede… perché è quella che ti manca più di tutti… è quella che non hai mai avuto.» “

Ma cosa può fare Daisy per sfatare la maledizione del Natale?
Potrà essere la sciarpa della Signora Johnson a distruggere l’incantesimo della maledizione?
O l’aver conquistato il cuore del sexy Santa Claus di pediatria oncologica del suo ospedale riuscirà a farla sorridere nuovamente?
Leggetelo e lo scoprirete! 😉

Una bellissima storia d’amore natalizia, con la metropoli newyorchese come sfondo, che lo sappiamo tutti, a Natale riesce a regalare magia e buon umore.
Una storia che si intervalla tra il lavoro in ospedale e la casa di Daisy con tutte le sue problematiche familiari, ma che sapranno regalarci lo stesso momenti divertenti, momenti importanti di vita necessari per capire perché alcune situazioni stanno andando nel verso sbagliato.

Una storia che ci parla di speranza, di quella che solo i bambini hanno, di quella che puoi leggere nei loro occhi, anche quando sono pieni di sofferenza… una speranza che Santa Claus – David regala a loro ogni anno e che saprà regalare anche a Daisy ed alla sua famiglia.
Una bellissima storia natalizia che consiglio a tutti… buona lettura! ❤

transparent-lotus-flower-summer-flower-5f2b74fa005374.4735564615966835140013Maria 
(Recensionista Sognare) 


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...