RECENSIONE: Amata da un cowboy (Lucas Brothers Series, vol.5) di Jordan Marie

Cari sognatori, ritorna Jordan Marie con il suo nuovo romanzo della sua bellissima serie, edito Hope Edizioni!!!

51KocVdokhL

SERIE: Lucas Brothers, vol.5 
GENERE: contemporary romance, new adult 
DATA DI USCITA: 10 novembre 2021 

Ebook

Avevo sempre sentito dire “mai innamorarsi di un cowboy”.
Avrei dovuto dare ascolto.
Ho giurato di rinunciare agli uomini.
Non mi hanno mai dato molto nella vita, tranne una pagnotta nel forno e dolore.
I miei figli sono la mia vita, tutto quello di cui mi importa.
Finché non arriva lui.
Jansen Reed è una fantasia in carne e ossa, sbucata dal vecchio west.
Accento sexy, jeans attillati e un luccichio negli occhi che mi fa tremare le ginocchia.
Mi promette la cavalcata della vita, e mantiene la parola… sul tavolo della cucina.
C’è qualcosa in Jansen che mi fa venire voglia di credere di nuovo alle favole.
Tuttavia, non sono il tipo di ragazza che ottiene il lieto fine.
Non lo sono mai stata.
Verrà il giorno in cui il mio cowboy se ne andrà, distruggendomi.
L’ho accettato e, prima o poi, lo capirà anche a lui.
Peccato che non riesca a convincere i miei figli… 
Se pensavate di conoscere questa famiglia, vi aspetta una bella sorpresa. In questo romanzo viaggerete indietro nel tempo per vedere come Jansen ha conquistato il cuore di Ida Sue. Scoprirete anche che i fratelli Lucas, da bambini, sono proprio come la madre, quando si tratta di fare da Cupido. 

RECENSIONE: Il ritmo perfetto (vol. 1)
RECENSIONE: Cuore in tempesta (vol.2)
RECENSIONE: Il sentiero felice (vol.3)
RECENSIONE: Colpo in canna (vol.4)

Ho amato Ida Sue fin dal primo libro di questa serie ma ad essere onesta non mi aspettavo un libro su di lei, pensavo che il quinto volume fosse dedicato ad uno dei nove tra fratelli e sorelle Lucas e invece, sorpresa!!!

La storia ci porta indietro di un bel po’ di anni… Troviamo una giovane vedova di 38 anni con 9 figli con un età che varia tra i 20 del più grande a circa 2 del più piccolo e alle prese con tutte le gioie e le problematiche che ci possono essere con una prole così numerosa, con in aggiunta una situazione economica piuttosto traballante; infatti Ida Sue a tutto pensa fuorché all’amore, anche perché non è mai stata granché fortunata con gli uomini del suo passato, finché non entra nella sua caotica vita Jansen Reed…

<<Penso di amare Jansen Reed. Che Dio mi aiuti. Che ci aiuti entrambi. L’amore non ha mai funzionato per me e non mi sono mai sentita così. Se tutto questo dovesse finire male, e succede sempre, potrei morirne. E il pensiero mi terrorizza.>>

Come vi ho accennato all’inizio adoro Ida Sue fin dalla prima volta che ho letto di lei, mi affascinava questo suo carattere particolare, il suo amore per i figli e quel suo modo adorabile di impicciarsi delle loro vite; in tutti i libri precedenti ho apprezzato molto il suo modo di pensare e di agire anche se su qualcosa avevo delle perplessità e dei vuoti che in qualche maniera andavano colmati. Ecco, questo libro finalmente mi ha fatto capire il perché di alcune azioni, alcuni ragionamenti e di conseguenza di alcune sue scelte di vita.

Ammiro tantissimo la figura di Ida Sue, una donna che nonostante si sia sempre dimostrata forte e indipendente dentro di sé portava un fardello non da poco, ma che non si è mai lasciata abbattere delle avversità e dalle cattiverie della gente e che se doveva piangere e deprimersi, lo faceva in privato per non far soffrire i suoi figli a cui con grande sacrificio cerca di non far mancare nulla.
Una donna che non si affida ad un uomo solo per rendere la sua vita più semplice, lei è forte, caparbia, indipendente, dolce, dotata di grande ironia ed una bellissima visione della vita nonostante tutto ciò che ha vissuto.

Anche il protagonista maschile è interessante, un uomo con delle ferite profonde dentro di sé, che ha deciso di sigillare il suo cuore ai sentimenti ma che è comunque una figura molto positiva, un uomo gentile, serio, leale, educato, gran lavoratore, ricco di ironia, passionale, dotato di una grande pazienza e tanto fascino, ma che nasconde fragilità e insicurezze che lo rendono uno di quei personaggi maschili che fanno sognare noi lettori.

<<Forse dovrei fare il disinvolto e trattenermi, ma non sono fatto così. Non farò giochetti con Ida Sue. Penso che ne abbia avuto abbastanza in passato. Voglio che sappia che con me non ci sono segreti, sono proprio come mi vede.>>

La scrittrice mettendo insieme queste due figure che ogni 3×2 fanno scintille, con in aggiunta una piccola tribù di bimbi e adolescenti spiritosi, furbetti, tanto teneri ed intelligenti ci hanno donato una storia veramente deliziosa, ricca di momenti ironici ma anche di momenti che fanno tremare il cuore e spuntare qualche lacrima; ho amato scoprire la storia del famoso tavolo di Ida Sue e del significato che ha per lei e Jensen… so a cosa state pensando ma vi sbagliate… così come ho amato scoprire e capire finalmente il perché Ida Sue non si vuole sposare nonostante lui glielo chieda in continuazione e anche il perché dei nomi strambi che ha dato ai suoi figli.

Adesso non vedo l’ora di scoprire a chi dei vari fratelli e sorelle Lucas sarà dedicato il prossimo libro! ❤

kisspng-ancient-egypt-eye-of-ra-eye-of-horus-egyptian-5ac5e3abd02b66.7410387015229183158527Siria 
(Recensionista Sognare) 


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...