REVIEW PARTY: Borderline. La forza di essere fragile di Ylenia Luciani

Cari sognatori, fatevi rapire il cuore dalle forti ed intense pagine del nuovo romanzo di Ylenia Luciani!!!

41RL03JGeUL

GENERE: romance, new adult 
DATA DI USCITA: 29 novembre 2021 

Ebook / Cartaceo

Raven scott ha 22 anni e soffre del disturbo di personalità di Borderline. Dopo un anno passato a scappare di casa, ad abusare di alcol e droghe per sopperire il senso di abbandono e, soprattutto, a combattere con i suoi stati d’animo, spesso accompagnati da crisi violente di rabbia, sua madre e il suo patrigno decidono di rinchiuderla in una clinica psichiatrica.
Lì dentro sarà seguita dal dottor Watson… Ma qualcosa non va come deve andare, perché Raven non ha intenzione di collaborare, mentre Maddox Watson ha tutte le intenzioni di “domarla”.
La sua reputazione è quella di un eccellente dottore, ma il suo passato è segnato da un errore che ancora non riesce a lasciarsi alle spalle… riuscirà a non commetterne uno identico per non distruggerla?
Tra infermiere acide, pazienti che metteranno a dura prova i suoi nervi e la voglia di scappare, Raven dovrà scendere a patti con ciò che si scatenerà dentro e contro di lei. 

Conosco questa autrice da un po’ di anni, da quando mi sono imbattuta nel romanzo “Intoccabile” e già da allora mi sono innamorata della voglia di mettersi in gioco che lei ha, il fuoco di chi ha un qualcosa dentro che deve comunicare agli altri per un bisogno di raccontarsi e raccontare. La sua penna è da sempre elegante, incisiva, scorrevole, diretta, incapace di prendere in giro il lettore giocando con i suoi sentimenti o calcando la mano con emozioni a buon mercato. No, lei ti entra dentro spiazzandoti, ti immerge in tematiche scomode, cerca ambientazioni particolari, ti racconta l’amore quello vero, tormentato, sofferto, vivo che ti appassiona pagina dopo pagina.

Anche stavolta devo dire che mi ha di nuovo investita in pieno come vento che spazza via pregiudizi e preconcetti su un mondo quasi sussurrato, ovattato, che una volta era oggetto di vergogna, quello della malattia mentale. Sì, perché chi vive sulla pelle questa sofferenza ha lo stigma di non essere compreso, di non essere empatizzato, di essere etichettato come “pazzo” indipendentemente dalla patologia di cui soffre. Sei quello “strano” che non ha fatto qualcosa, perché altrimenti se lo vorresti dentro di te sapresti come uscirne. Sei il “diverso” perché sulla tua pelle tutto è amplificato, nel tuo cuore ogni sentimento ti paralizza. Sei “ingestibile” perché stare con te potrebbe portare a fare brutte figure, e a te non importa. Mi sono sempre chiesta perché se uno dice che ha dolore al braccio e questo dolore lo paralizza tutti sono empatici, tutti ti credono, tutti comprendono, mentre se dico che mi sento da un po’ disorientata, senza forze, che tutto mi opprime sono miei “film mentali”.

Scegliere coraggiosamente di raccontare l’amore che scaturisce in una clinica psichiatrica vuol dire raccontare la vita oltre ogni stereotipo, vuol dire rendersi conto che dietro ogni caso ci sono persone con abilità differenti e aspettative di vita differenti. Scegliere di empatizzare con una donna borderline significa amarla in tutta la sua fragilità, senza giudizio, ma solo guardarla come una donna. Perché non è una patologia a definirti, qualsiasi cosa sia, è solo quello che hai dentro di te, le scelte che fai, i desideri che hai.

E questo è un gran bel libro che trabocca di amore, di tenerezza ma come la vita insegna anche di dolore, invidia, cattiveria. Parla di accettazione di sé, della possibilità di rinascita attraverso un percorso, parla del rischio di amare lanciandosi nel vuoto certo di una mano che ti afferra e non ti lascia mai solo.

Raven è una donna spezzata, disconnessa dal proprio io, in perenne fuga dal mondo e da sé stessa, che vive di emozioni che la devastano tanto sono risonanti nella sua testa e nel cuore. Ha paura di essere abbandonata perché non è mai abbastanza, paura di non fare mai la differenza nel cuore di nessuno. Diffidente con il mondo e con sé stessa. Entra in clinica dopo aver toccato il fondo ma lo vede come l’ennesimo fallimento punitivo di una vita che si è accanita su di lei. Lì incontra per la prima volta qualcuno che la guarda nel profondo, qualcuno che scruta il suo cuore, le dona un appiglio, una strada, una speranza da costruire passo dopo passo. Ma incontra anche dolore di chi è come lei spezzato, di chi è vessato da sguardi feroci e supponenti. Incontra il vero amore…

Maddox è tormentato da un errore di valutazione del suo passato che l’ha condizionato nel profondo a cui cerca giorno dopo giorno di rimediare amando il suo lavoro. Lui per primo crede che nei suoi pazienti ci sia una speranza, che ci sia uno spiraglio di luce tra le crepe della loro anima attraverso cui illuminare una vita intera. Ma quando incontra Raven il suo mondo entra in subbuglio, quegli occhi, quella fame d’amore, quella ferocia con cui reagisce a tutto fanno scaturire in lui un bisogno viscerale di protezione. Non la guarda mai come una sua paziente soltanto ma come una follia che gli può costare tutto quello che ha costruito… come può rinunciare ad essere vivo finalmente.

È una storia che rapisce il lettore al punto che io stessa l’ho letto e vissuto tutto d’un fiato, sentendomi coinvolta in ogni emozione raccontata come sono certa che accadrà ad ognuno di voi.

Mi complimento con l’autrice per la delicatezza, lo studio, la competenza con cui ha raccontato questa storia e per quanto si è donata pagina dopo pagina in questo viaggio controcorrente, contro ogni schema alla ricerca disperata di una possibilità di speranza.

Queste pagine restano dentro perché raccontano una storia speciale piena di amore e passione. Cercate qualcuno che vi ami come Maddox pronto a mettersi totalmente a nudo in questa passione rischiando il tutto per tutto, che vi sostenga senza mai sostituirsi a voi, che vi dia spazio e tempo ma, al tempo stesso, amarvi così come siete avendo la forza di abbracciare le vostre fragilità perché sono quelle a rendervi speciali.

Alla prossima lettura! ❤

kisspng-lion-hipster-stock-photography-lions-head-5accaebc91b9a0.3233463215233635165969Rosanna S. 
(Recensionista Sognare) 


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...