RUBRICA: Entra dentro il libro di… Cristina Rotoloni!!!

Cari sognatori, nuovissima puntata imperdibile della nostra rubrica!!!
Oggi con noi abbiamo non solo una straordinaria scrittrice, ma anche una scrupolosa e simpatica collega: Cristina Rotoloni!!! Tuffatevi tra le pagine del suo bellissimo romanzo:

>>>Il custode del labirinto<<< 

1645348415

GENERE: romance, new adult
DATA DI USCITA: 20 luglio 2021

Ebook / Cartaceo

Cenerentola è una favola, eppure per Emily questa storia è realtà. Vive con una matrigna acida, una sorellastra odiosa e un patrigno senza spina dorsale. Dopo uno spiacevole incidente a scuola, viene allontanata e invitata presso la residenza dello zio Harry, un uomo burbero e chiuso in se stesso. Emily si sente sempre più fuori posto e le telefonate o i messaggi con la sua amica Kyra non la fanno stare meglio. Nessuno la vuole e non sa se è giusto tornare alla gelida indifferenza da cui è venuta o se restare in quel freddo posto dove la trattano come una principessa, ma dove si sente ancora più abbandonata. Girando per la tenuta si perde in un giardino e incontra Nathan, un giovane misterioso che si definisce il custode del labirinto. Il ragazzo ha un segreto che lo accomuna allo zio Harry, ed Emily cercherà la verità mettendo in gioco i suoi sentimenti. La sua permanenza lì è solo di un mese, ma le basterà per capire cosa cela quel luogo e se esiste un posto che può chiamare casa?

LA NOSTRA RECENSIONE 

CONOSCIAMO IL ROMANZO… 

Questa storia è nata un po’ per gioco. Parlando con le persone mi ero resa conto di essere convinta di non sapere scrivere una storia romantica e adatta ai giovani, per questo ho deciso di sfidare me stessa e tentare con una realtà differente dalla mia. L’ispirazione mi è venuta guardando la foto di un labirinto e subito dopo un film di fantasmi, mi aveva colpito la casa. I personaggi sono venuti al mondo da soli, facendo un passo davanti all’altro insieme alla mia penna. Prendendo spunto da giovani che conosco e dal loro modo di vivere la vita. È stata una bella soddisfazione e una grande gioia scoprire che le mie lettrici adorano questa mia scrittura, anche se leggermente differente dalla solita.

⇓⇓ SCARICA LA TUA COPIA OMAGGIO ⇓⇓

Il Custode del Labirinto – COPIA OMAGGIO

ESTRATTO

Emily iniziò a correre. Si era persa. Superava una siepe dopo l’altra senza capire dove andare e l’ansia stava prendendo il sopravvento sulla sua razionalità.
E adesso? Come torno indietro?
Non si sarebbe di certo messa a gridare. Doveva assolutamente trovare una soluzione. Si fermò a prendere un bel respiro e si rese conto di essere in un punto che non aveva ancora visitato. Vi era un arco diverso, la pianta aveva delle foglie tendenti al rosso e spiccavano tra la neve e il verde.
Oltre quegli arbusti, vi era uno spiazzo con una fontana centrale; l’acqua non usciva, chiusa probabilmente per il gelo. La pietra era antica, così come quella delle panchine. In piccole aiuole vi erano dei rami secchi e sembravano scheletri di rose. D’estate doveva essere un luogo meraviglioso, ma adesso lei non vi vedeva l’incanto nostalgico di un posto magico e riservato, bensì il freddo di un ambiente spoglio e deserto. Quel punto era come lei, un involucro vuoto e solo.
Non riuscì a trattenere le lacrime, che si presentarono con forza, e si sedette sul bordo della vasca della fontana, singhiozzando rumorosamente. Portò le mani gelide al viso, altrettanto freddo, e rimpianse la sua sciarpa e i suoi guanti.
Voglio andare via!
«Così congelerai.»
Una voce maschile, dal timbro particolare, attrasse il suo interesse facendole liberare lo sguardo. Davanti ai suoi occhi, a qualche metro di distanza, c’era un ragazzo con un cappotto leggero, lungo fino al ginocchio, e dei jeans scuri. Calzava degli anfibi e non portava nessun cappello o altro indumento che potesse ripararlo dalle basse temperature. Aveva le mani in tasca e la scrutava attentamente.
«E tu, non hai freddo?» gli chiese, tirando su con il naso e stringendo le labbra.
«Ma io non sono di questo mondo», rispose sorridendo e facendo un passo verso di lei. Inclinò il capo e i suoi occhi scintillarono. Erano caldi e cupi allo stesso tempo.
Una folata di vento sferzò proprio mentre lui si muoveva, scompigliandogli i capelli scuri, e qualche ciuffo gli ricadde sugli occhi. Il movimento delle ciocche rivelò che aveva una cicatrice sulla fronte. Una virgola schiarita dal tempo, ma comunque ancora visibile.
Un brivido attraversò la schiena di Emily. «E chi sei?» chiese, non proprio convinta.
«Vediamo… Potrei essere il Fauno del labirinto, per servirla», scherzò facendo un inchino.
«Come quello del film?»
«Un po’ più bello, spero.»
Lei arrossì e non rispose, però, abbassando le ciglia, fu come se lo ammettesse.
Il ragazzo si sedette al suo fianco. «Allora, cosa fai nel mio labirinto?» 

242931262_4597198526992368_4348206595161789664_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...