REVIEW PARTY: Questa violenta fine (vol.2) di Chloe Gong

Cari sognatori, eccoci alla seconda ed ultima parte di questo bellissimo retelling di Chloe Gong, edito Mondadori!!!

51nUgzVMiJL

SERIE: dilogia, vol.2 
GENERE: fantasy, young adult, retelling 
DATA DI USCITA: 10 maggio 2022 

Ebook / Cartaceo

Corre l’anno 1927 e Shanghai pare ormai sull’orlo della rivoluzione.
Dopo aver fatto credere a Roma di aver commesso un crimine terribile pur di allontanarlo da sé e proteggerlo da una faida sanguinaria, Juliette si è lanciata in una nuova missione. Una mossa sbagliata, però, e metterà a rischio il suo ruolo al comando della Gang Scarlatta, dove già qualcuno è pronto a prendere il suo posto.
Roma intanto non si dà pace: se lui non avesse permesso a Juliette di rientrare nella sua vita, niente di quel che è successo sarebbe accaduto. E, in preda alla disperazione e determinato a sistemare la situazione, arriva persino a maturare un’idea estrema.
Quando però un nuovo mostruoso pericolo si manifesta in città, nonostante i tanti segreti che li separano, Juliette e Roma si ritrovano un’altra volta faccia a faccia. Shanghai, poi, è ormai sull’orlo del collasso: i nazionalisti stanno marciando sulla città, le voci di una guerra civile imminente si fanno sempre più insistenti e la leadership delle due gang rischia il totale annientamento. Roma e Juliette non hanno scelta: devono unire le loro forze se vogliono anche solo sperare di sconfiggere ciò che minaccia loro e la città. Ma i due ragazzi sono preparati a tutto tranne che al compito più difficile: proteggere i loro cuori l’uno dall’altra. 

RECENSIONE: Queste gioie violente (vol.1)

Come promesso alla fine della recensione del primo volume, mi sono letteralmente buttata a capofitto nella lettura di questo libro, tanto presa da non accorgermi del tempo che passava, del sole che faceva posto alla luna, talmente legata a tutto ciò che succedeva che con il cuore in gola, le lacrime al limitare degli occhi sono giunta alla fine di un viaggio dolce amaro.

Attenzione Spoiler: cercherò per quanto mi è possibile di non svelare troppo, ma per forza di ragionamento e spiegazioni, sono costretta ad anticiparvi qualcosa del primo volume.

Occhi, guardatela un’ultima volta! Braccia, stringetela nell’ultimo abbraccio! O labbra, voi, porta del respiro, con un bacio puro suggellate un patto senza tempo con la morte che porta via ogni cosa!
Romeo e Giulietta – Shakespeare 

A volte tutto è perduto e dei sacrifici fatti nulla resta che polvere… Ecco dove ci porta l’avvio di questo secondo capitolo, dove la posta in gioco si ribalta, preme maggiormente con il peso di una mannaia che gravita sulla tua testa tenuta dall’esile filo della speranza e di un amore ripudiato. Qui ora i nostri protagonisti sono più soli che mai, in balìa di una scelta che Juliette ha dovuto prendere, distruggendo tutto ciò che era, ciò che è stato, in lotta con le conseguenze, immolandosi per proteggere chi ama.

Ma nessuno lo sa, non può permettersi che nessuno dubiti mai della sua spietatezza, della trama ordita di bugie che l’hanno resa la più implacabile di Shanghai, il solo sentire il suo nome la gente trema e ha paura, ma c’è chi sospetta, chi ancora dubita della sua lealtà…. Ma quanto potrà resistere quando chi ti vuole uccidere dovrà lavorare al tuo fianco?

In questo secondo volume, ci troviamo in una città in tumulto, il romanzo lo si può definire in due fasi, la prima ci porta in un intreccio di sotterfugi, ricatti e solitudine dove Juliette ne è la protagonista appieno in lotta tra sogni, desiderio e realtà, ma anche in una china pericolosa per la sua posizione di prossima erede della gang. Nella seconda parte la storia si intreccia con la Rivoluzione di Shanghai, i Comunisti in lotta con i Nazionalisti, gli Stranieri “conquistatori” che osservano placidi aspettando il momento propizio per colpire e nel fulcro di tutto una Guerra di Sangue imperversa, i cui scopi mutano come il vento in tempesta.

Qui la scrittrice ci mette di fronte ad orrori immani, scelte ardue, fatti raccapriccianti accaduti nella realtà della storia, plasmati da contorno di un fato impossibile, un Amore Maledetto fin dal primo sguardo in cui uno ha posato lo sguardo sull’altro. I nostri protagonisti, tutti indistintamente si troveranno a fare i conti su chi siano veramente, cosa si cela sotto quelle maschere perfezionate da una vita fatta di sangue e ordini che come burattini hanno seguito, che come una marea li ha trasportati come detriti in una spiaggia rossa e vischiosa, permeata di sangue di tutti coloro che vi sono trovati coinvolti. Vittime di un sistema allo scatafascio dove l’unica cosa che conta è una parola impressa nella storia del mondo stesso, potere.

Qui si entra nel vivo di una guerra dentro la guerra, due amanti che si vogliono morti, la vendetta di sangue data dalla perdita di chi è caro porterà talmente tanto a tendere la corda di violino in cui “Ballano questo Tango di Morte” che non potrà che spezzarsi, a far crollare le bugie e le maschere, ad aprire gli occhi finalmente per poter vedere l’orrore celato intorno a loro… porterà ad una scelta di posizione condannando la vita di tutti, di chi coinvolto e di chi sa.

È un abile gioco di astuzia che ci si struttura, dove seppure il lettore possa fare uno più uno, non riuscirà mai ad arrivare alla verità dell’orrore che il burattinaio per tutta la storia terrà in pugno i fili degli eventi, il sangue versato nel primo è nulla in confronto a ciò che ci accompagna pagina dopo pagina qui. Dove il “Mostro di Shanghai” sfuma da contorno, quasi non esistesse, eppure lui nell’ombra è in agguato ad aspettare il momento propizio, a tirare i fili nell’inasprire la lotta altrove, sviando l’attenzione.

Roma & Juliette li troviamo diversi, come se un capodanno o meglio tre mesi abbiano subito una metamorfosi completa, irriconoscibili. Se ne primo volume si era vista un’intesa, una collaborazione dettata dall’amore l’uno per l’altra, qui tutto ciò che c’è è odio puro, una rivalsa l’uno sull’altra. Infatti qui si ribaltano i ruoli poiché ora è Roma lo spietato, duro, una maschera di pura crudeltà e vendetta, mentre Juliette si ritrova schiacciata tra il cuore e la mente fredda che la caratterizzava, un Ballo a fior di Lame dove non ci sono né vinti né vincitori.

Al contempo abbiamo modo di conoscere più a fondo chi li accompagna, amici che fanno grande differenza nell’evolversi degli eventi. Pensieri e risvolti della storia che porteranno a perdere la maschera della loro imperturbabilità e a riscuotersi dal torpore dato dalla rabbia e odio, dagli ordini zelanti che hanno sempre eseguito, in lotta e rivolta finalmente per il loro futuro.

Devo dire che la scrittrice è stata abile, nel creare un mix così esplosivo, composto da una lotta antica quanto il nome di due famiglie in guerra, in una realtà di evoluzione e rivoluzione cinese dove gli imperialisti cadono sotto il peso della rivolta operaia, gli eserciti si scontrano tra il Pugno di Ferro del Potere contro i Diritti, dove il sangue innocente o corrotto scorre senza senso per rivalsa. Ciò ce lo attesta con altri tre protagonisti, due definiamoli ingenui, abbagliati da sentimenti nobili, che alla fine non mi permetterò mai di giudicare, poiché entrambi hanno scelto con il cuore la loro strada dettati da ragionamenti giusti per il loro vissuto, lasciando poi l’amarezza per il loro fato.

Credo che Tailer e Rosalind siano forse le vittime maggiori di questa guerra di Sangue, uno leale alla famiglia, mentre l’altra oppressa e incompresa dalla stessa; due cugini che avrebbero dovuto avere un finale diverso per la loro vita, però le trame dell’ingegno sono state così infide che una volta scoperta la realtà era troppo tardi. Il terzo personaggio, il burattinaio, incarna l’animo umano nella sua totale crudeltà e i mostri che anche qui si ripresentano non sono che armi con cui schiacciare e ricattare.

La scrittrice attraverso questa enigmatica e stupenda dilogia non ci porta solo una storia senza tempo, ma una verità celata nell’animo umano dove non conta chi sei, ma per chi/cosa vuoi lottare, per come l’Amore e la Speranza siano le forze più grandi che esistano in grado di ribaltare il destino di una città, di un paese, ma anche del mondo stesso, poiché si legano all’animo di tutti noi e ci spingono a lottare per un futuro diverso da ciò che è predestinato e che se non si può cambiare, a testa alta gli si va incontro per chi si ama.

Concludo dichiarando a mio gusto personale che questi romanzi rientrano nella top ten dei libri assolutamente da leggere e restarne rapiti dai suoi antri oscuri, sangue e lotta fino ad un epilogo particolare dove sta al lettore credere ciò che più desidera, forse un abbaglio, forse è vero.

Resta il fatto che la loro storia è incisa nella pietra miliare di tutti coloro che sono cresciuti e conoscono la celebre contesa di due amanti sfortunati di due famiglie nemiche dove è Shangai la loro città, dove nel mezzo mostri e politica sanno distruggere più del sangue stesso.

Si è ben compreso che l’ho amata tantissimo, ora la parola spetta a voi lettori e se siete pronti ad imbarcarvi in un viaggio molto distante da casa, lontano dalle regole della società che noi conosciamo e mettervi in gioco in prima persona, anima e corpo.

Con questo retelling del celebre “Romeo e Giulietta” di Shakespeare la scrittrice ha saputo rivoluzionare l’Amore Eterno che per antonomasia conosciamo, a partire dagli stessi personaggi dati dal contesto malavitoso, dal periodo storico, ma ancor di più dalle scelte fatte, insieme o divisi, che portano ad una mutazione notevole. Ci tenevo a sottolinearlo per il valore dell’opera che ha scritto la scrittrice e per la bravura straordinaria che ha avuto nel crearla e donarla a noi lettori.

kisspng-ancient-egypt-bastet-anubis-tattoo-egyptian-egyptian-gods-5abfdfea2c4358.6391759615225241381813Michy 
(Blogger Sognare) 

chloe 2 cal


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...