REVIEW PARTY: #Univeristy of Love (Toronto Series, vol.3) di Silvia Loreti

Cari sognatori, eccovi con la nuova storia della bellissima ed emozionante serie di Silvia Loreti!!!

#universityoflove #angioedemaereditario #HAE

51GKu2GGcPL

SERIE: Toronto Series, vol.3 
GENERE: romance, young adult, romanzo di formazione 
DATA DI USCITA: 22 ottobre 2022 

Ebook / Cartaceo
AUTOCONCLUSIVO 

Lucas Taylor è il professore di psicologia evolutiva più giovane della York University, ben voluto dal mondo accademico, ribattezzato il sexy prof dalle sue studentesse e circondato da amici che gli vogliono bene. Lucas sente di avere tutto sotto controllo e, in assenza di problemi amorosi, ogni obiettivo sembra realizzarsi come da programma. Almeno finché, nel suo ufficio, non fa capolino una dottoranda in educazione che renderà la sua università un vero campo di battaglia: con un progetto in tasca di grande portata e di sicura risonanza, Juliet Aubrey alletta e mette in competizione il dipartimento di educazione con quello di psicologia. Per Lucas non sarà possibile esimersi dal lavorare con questa travolgente e bellissima spina nel fianco che gli da sempre torto, e che tenta di ribaltare i binari su cui viaggiano le due decisioni e i con i quali ha imprigionato da tempo il suo cuore.
Juliet Aubrey è una maestra con grandi idee da realizzare, una passione immensa per il suo lavoro e un dottorato finalizzato a concretizzare un sogno nutrito fin dall’infanzia: aiutare i bambini a imparare a leggere le persone. Nessuno può ostacolarla, nemmeno un rigido, superbamente sexy e ostinato professore, a cui dovrà dare lezioni su una materia a lui finora sconosciuta. 
«Sono un professore di psicologia con una madre psichiatra, non ho proprio tirato a indovinare, ho messo insieme i dati!»
«Niente poteri sovrannaturali?»
«Quelli li uso in altri contesti, molto più piacevoli» 

RECENSIONE: #Toronto in love (vol.1)
RECENSIONE: #Dreaming Toronto (vol.2)
RECENSIONE: #Dreaming Christmas with you (vol.2.5)

Rieccomi qui a parlarvi di una serie che mi ha rubato pezzi di cuore. In questo terzo capitolo conosceremo meglio Lucas, secondo amico del trio perfetto a mio dire, e professore di psicologia integerrimo che ha come unico obiettivo: raggiungere grandi traguardi nella sua giovane vita accademica. Lui che ha regole ferree da mantenere nella sua vita quotidiana non conosce, o meglio, non concepisce le varianti, quelle piccole mine vaganti che riescono a far un gran rumore e a ribaltare tutto, stravolgendoti il pensiero, le emozioni, la vita stessa per come la conoscevi.

Juliet, la dottoranda in educazione infantile sarà questo per lui, un vero e proprio ordigno che entrando nella sua vita minerà le fondamenta di tutto quello che conosceva, creando crepe in un cuore ben sigillato.
A lei serve che lui approvi il suo progetto, a lui invece un’assistente che faccia il lavoro sporco in archivio. Lavorare assieme sembra l’inizio di una catastrofe, e se questa stessa catastrofe portasse grandi cambiamenti in entrambi?

“Non avevo mai avvertito la sensazione di essere nel posto giusto. La sento ora. Con lei, abbracciata a me, mentre camminiamo. Senza possibilità di mettere un confine, la sento troppo. Vicina, dentro e fuori.”

Juliet e Lucas sanno davvero regalare tante emozioni ma lo sapevo già, la Loreti con la sua penna riesce a entrare nel cuore di chi legge lasciando il segno.
Come i precedenti protagonisti ho amato sia Juliet che Lucas. Se però su Juliet non ho niente da reclamare perché la sua dolcezza, ma anche caparbietà mi hanno conquistata sin da subito, su Lucas potrei aprire un capitolo a parte.

Tante infatti sono state le volte nel quale avrei voluto prenderlo a schiaffi. Il suo far finta di non vedere, mantenendo paraocchi ormai disintegrati porterà questo rapporto a fare il gioco del gatto col topo. Uscire dagli schemi per lui sarà molto difficile, il suo blocco psicologico instillato da una madre psichiatra che vede il lavoro come obiettivo principale nella propria vita, porta Lucas ad avere paura di buttarsi nel provare sentimenti che sono ingestibili, sentimenti che collidono nel suo mondo programmato.

Una storia che di collaudato non ha proprio niente, ma che anzi riesce a stupirti nel suo andamento diverso da altre storie lette.
Anche questa storia tocca corde delicate e affini ai racconti precedenti: l’educazione e l’insegnamento a bambini con fratelli disabili a sentire, leggere i loro cuori e capirli un po’ di più. Una parte significativa in questo racconto che pur parlando della storia d’amore tra Juliet e Lucas riesce con questo pensiero ad allargare la tua visuale del mondo.

Nel libro continueremo a leggere dei protagonisti precedenti che regalano continuità e completezza alla lettura, seppur autoconclusivo, e quindi letto anche singolarmente la scrittrice riesce a far sì che tu lettore faccia un salto indietro a rileggere i primi capitoli della serie perché sa accendere una curiosità tale da voler conoscere il resto della truppa.

Ho amato anche loro due infinitamente, spero non tardi ad arrivare l’ultimo capolavoro che ci farà conoscere il terzo moschettiere. Intanto godetevi anche voi questi due professorini scoppiettanti. ❤

kisspng-summer-learning-loss-school-clip-art-sun-vector-5ad1b651c107c6.4257890315236931377907Marisabel 
(Recensionista Sognare) 

312314058_10225835752674175_3036924430399752815_n


Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?!
Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare!
Grazie! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...